Ambiente e salute Qualità dell'aria

Inquinamento atmosferico e salute: seminario internazionale il 17 e 18 giugno

Il 17 e 18 giugno si terrà a Milano il Seminario Internazionale 2022 “Recent Advances on Air Pollution and Health”, organizzato come evento ibrido – in presenza e online -, al fine di fornire spunti non solo sullo stato attuale dell’arte, ma anche uno sguardo sul futuro della qualità dell’aria e dei relativi sforzi di ricerca.

La partecipazione all’evento, sia in presenza che a distanza, è gratuita, ma occorre registrarsi.

Il programma scientifico del Seminario prevede relatori provenienti da quattro continenti (Europa, Nord America e Asia), che porranno particolare enfasi sugli effetti dell’inquinamento atmosferico sui gruppi più deboli di cittadini del mondo: le neonate, le donne in gravidanza, le persone anziane e più povere, nonché la crescente evidenza che l’inquinamento atmosferico è una causa delle malattie neurodegenerative più comuni, in crescita e in espansione come il Parkinson e la demenza.

La sessione 1 riassumerà le nuove e recenti prove che hanno spinto l’OMS a rilasciare le linee guida aggiornate sulla qualità dell’aria (2021), che mirano a preservare, meglio delle precedenti linee guida (2005), la salute dei cittadini di tutto il mondo, sulla base di nuove prove sugli effetti deleteri anche di bassi livelli di inquinanti. La sessione offrirà anche nuove prove sugli effetti sulla salute di inquinanti specifici come NO2, o di emisisoni derivanti dalla comustione di biomassa.

La sessione 2 tratterà nuovi aspetti relativi a diversi danni dell’inquinamento atmosferico sulla salute umana, con particolare attenzione ai risultati come la salute mentale e lo sviluppo cognitivo, nonché alle complicazioni della gravidanza.

La sessione 3 offrirà un esame sistematico degli effetti del l’inquinamento atmosferico causato dal traffico, con particolare attenzione alla mortalità, ma anche alla morbilità delle malattie cardiovascolari e respiratorie e ai risultati della nascita.

La sessione 4 fornirà nuove prove sugli effetti benefici del verde e su come progettare al meglio il servizio ecosistemico degli alberi e delle piante ornamentali in vaso al fine di ridurre l’inquinamento.

La sessione 5 si occupa delle malattie derivanti dalle principali fonti di inquinamento atmosferico, con prove specifiche provenienti da paesi altamente inquinati del terzo mondo come l’India, la Nigeria e il Ghana.

La Sessione 6 affronterà le formidabili sfide necessarie per ottenere un’aria più pulita e illustrerà in questo contesto il programma del Green Deal europeo, così come il piano in corso per aggiornare la legislazione europea sulla qualità dell’aria.

La Sessione 7 presenterà l’attuale situazione di inquinamento atmosferico in Italia e il ruolo dei ricercatori italiani della Rete per l’Ambiente e la Salute, e presenterà anche l’impatto sull’inquinamento atmosferico ambientale delle restrizioni di blocco COVID-19 a Milano e Roma.

La sessione 8 sarà costituita da una tavola rotonda che affronterà le questioni della futura pianificazione della ricerca sull’inquinamento atmosferico.

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: