Mobilità Trasporto privato (auto e moto)

Un tasso di motorizzazione elevatissimo, ed un parco auto ancora molto inquinante

In precedenti articoli abbiamo visto come in Italia ci sia il record di autoveicoli circolanti per abitanti in Europa e in dettaglio La mobilità nei 109 comuni capoluogo al 2019, con i dati di auto e moto circolanti, e la tipologia di motorizzazione.

ISTAT ha pubblicato l’aggiornamento dei dati al 2020, che vediamo in questo articolo per macroaree (Nord, Centro, Sud) per regioni e province. In un successivo articolo vedremo la situazione per quanto riguarda i comuni capoluogo di provincia e città metropolitana.

Il tasso di motorizzazione italiano è davvero molto elevato, il dato nazionale è di 668 auto e 118 motocicli ogni mille abitanti, quindi compresi anche i minori e le persone molto anziane che non guidano più.

Questo naturalmente pone il tema su cui è indispensabile riflettere, di quanto sia necessaria una riduzione complessiva dei veicoli circolanti nelle nostre città.

Se poi vediamo le caratteristiche di questi mezzi, vediamo che la quota di quelli a basse emissioni circolanti è ancora poco superiore al 10% del totale e che oltre il 43% è composto di mezzi a gasolio.

Vedendo più in dettaglio il quadro di questi veicoli rileviamo che addirittura più del 30% di essi ha una classe emissiva pari ad Euro 3 o meno e oltre il 54% è pari ad Euro 4 (obbligatorio per le nuove auto immatricolate da gennaio 2006) o meno. La quota di veicoli ad emissioni zero è pari allo 0,2%.

Ciò evidentemente significa che abbiamo in circolazione una quantità enorme di autoveicoli che emettono sostanze inquinanti molto elevate e che la strada per la decarbonizzazione dei trasporti (vedi recente rapporto MIMS  Decarbonizzare i trasporti, Evidenze scientifiche e proposte di policy) è veramente impegnativa.

Anche allargando il campo alle autovetture a basse emissioni, comprendendo quindi oltre alle elettriche anche le ibride, quelle a metano, a gas, bi-fuel, ecc.si arriva a stento al 10% del parco circolante.

Se poi esaminiamo la situazione in relazione all'anzianità del parco circolante osserviamo che due terzi delle autovetture hanno otto e più anni, quindi - oltre ad avere motorizzazioni che di base producono maggiori emissioni, anche la vetustà e livelli di manutenzione non necessariamente ottimale, fanno preoccupare maggiormente.

Nelle due mappe interattive che seguono sono riportati i dati regionali e provinciali sul tasso di motorizzazione, sulle tipologie di veicoli circolanti per motorizzazione, sulle classi emissive e sull'anzianità.

L'ultima mappa evidenzia come il maggior numero di auto a zero emissioni (elettriche) circoli nel Trentino Alto Adige, dove sono presenti le due province l'incidenza maggiore di questo tipo di veicoli (4,4 vetture lettriche ogni mille a Bolzano e 3,7 a Trento).

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: